Per molte aziende il cloud data backup è ancora un limite?

cloud data backup

cloud data backupA quanto pare sì, il cloud data backup non infonde abbastanza  fiducia. Stranissima notizia vista la trasformazione digitale che tutto il sistema sta subendo e la necessità sempre più stringente di conservazione dei dati per le aziende. Ma proprio per queste ultime il cloud data backup non sembra apportare benefici. Le aziende EMA infatti sembrano ancora accordare la loro fiducia ai fornitori di piattaforme per la protezione dei loro dati. Un esempio è Microsoft, grazie al quale il 41% degli intervistati, afferma di non utilizzare soluzioni di terze parti per il backup dei dati Office 365, perché dispone già di tutto il necessario. Ma non si tratta forse di un eccesso di fiducia?

In verità sì… Basterebbe porsi la seguente domanda: qual è la mole e la complessità dei dati che la maggior parte delle aziende necessitano di backuppare?

Per lo più affermano di avere necessità di effettuare il backup di 1-5 siti. L’8% degli intervistati parla invece di oltre 26 siti da sottoporre a backup.

Per non parlare dell’enorme varietà di sistemi e software che le organizzazioni europee devono proteggere mediante il backup:  database, email, dati applicativi dei proprietari e i sistemi quali windows server, file server, linux server, VM ware, Hyper-V e desktop/Laptop.

Il 64% delle aziende EMEA dichiara di non effettuare il cloud data backup  sebbene per buona norma le organizzazioni dovrebbero effettuare i backup secondo la regola per cui dovrebbero essere fatte almeno tre copie, in due diversi formati, con una copia che viene archiviata offline.

Il cloud data backup rappresenta una soluzione semplice ed efficace anche in ottica di disaster recovery in quanto è ormai fondamentale che le organizzazioni dispongano di una copia sicura, ben conservata  ed isolata dei propri dati.

Le problematiche dell’utilizzo del cloud data backup

La scarsa fiducia nutrita nel cloud sembrerebbe trovare conferma nel fatto che, delle aziende che utilizzano cloud data backup, il 32% utilizza un cloud backup privato.

La fiducia non nutrita nei cloud pubblici è, al contrario, riscossa  da Office 365, preferito dal 60% delle imprese in particolare quando si tratta di effettuare, avviare o pianificare la migrazione delle e-mail.

Il nostro servizio di backup? Scoprilo qui.

Da 26 anni preveniamo il rischio di perdita o sottrazione di dati aziendali, implementando soluzioni tecnologiche ICT con processi atti a prevenire eventi di discontinuità o interruzione del ciclo produttivo.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter

Articoli Recenti